Ritenzione idrica: 5 rimedi contro le gambe gonfie

È sempre un piacere quando arriva l’estate, ma a volte il caldo può diventare insopportabile a causa delle gambe gonfie da ritenzione idrica.

Infatti questo è il periodo dell’anno in cui più si deve avere a che fare con gli accumuli di liquidi, provocando quindi dolori e malessere.

Ecco quindi alcuni consigli pratici ed efficaci per contrastare la comparsa e gli effetti delle gambe gonfie, soprattutto nel periodo in cui siamo più predisposti, cioè l’estate.

Cos’è la ritenzione idrica

Circa una donna su tre soffre di gonfiori causati da ritenzione idrica, una delle principali cause della pelle a buccia d’arancia.

Da non confondere con la cellulite, la ritenzione idrica è la situazione in cui il corpo trattiene liquidi nell’organismo, specialmente nello spazio extracellulare di glutei, addome e cosce. Sono le zone più predisposte all’accumulo di grasso, a causa del quali gli inestetismi del corpo si fanno più sentire e notare.

Principalmente, sono tre i motivi che possono causare la ritenzione idrica. Vediamoli.

Ritenzione idrica da caldo

I ristagni dell’acqua nel corpo possono essere causati dal caldo, in quanto le temperature elevate favoriscono la dilatazione dei vasi sanguigni.

Cosa comporta ciò?

Diventano meno elastici e la pressione del sistema circolatorio si riduce, provocando sintomi come gonfiori, pesantezza e ritenzione.

Squilibrio tra potassio e sodio

Un’altra causa che favorisce la ritenzione idrica è data da uno squilibrio tra potassio e sodio. Quest’ultimo, infatti, è capace di trattenere l’acqua nel corpo, se presente in quantità superiore rispetto al potassio.

Ritenzione idrica da ormoni

Infine, un’altro fattore che incide sulla comparsa della ritenzione idrica sono gli ormoni femminili, soprattutto quelli della fase premestruale del ciclo, che in estate è una vera e propria tortura!

Infatti, nella fase seguente all’ovulazione, il sistema linfatico potrebbe causare lo stato di ritenzione idrica perché non in grado di effettuare il drenaggio dei liquidi. Motivo per cui lo stile di vita e le abitudini alimentari influiscono poco sulla comparsa o meno della ritenzione.

Rimedi per prevenire e contrastare la ritenzione idrica

Ma non tutto è perduto e l’importante è non disperarsi. Seguendo i nostri consigli sarai in grado di attenuare e alleviare il fastidio e il malessere causato dai liquidi in eccesso!

Correggi l’alimentazione

Anche se non sempre l’alimentazione gioca un ruolo decisivo nella comparsa o meno dei ristagni dei liquidi, mantenere delle corrette abitudini alimentari è certamente il modo migliore per conseguire una vita sana e prosperosa.

Presta attenzione agli alimenti ricchi di sale perchè, essendo composto da sodio, può causare il trattenimento dei liquidi. Le persone in sovrappeso tendono ad avere una diuresi lenta, motivo per cui questo inestetismo è più pronunciato.

Inoltre sarebbe preferibile diminuire il consumo di cibi confezionati e preparati con metodi elaborati. Prediligi un’alimentazione semplice, con pochi grassi e zuccheri. Aumenta il consumo di frutta, verdura, fibre e cereali integrali.

Fai attività fisica

Dall’attività fisica non si scappa. La vita di tutti i giorni, soprattutto quella di ufficio, può portarci a condurre uno stile di vita sedentario, ma l’essere umano non è fatto per rimanere fermo.

Non muoversi riduce la circolazione linfatica, la microcircolazione peggiora e lo smaltimento di liquidi e tossine viene meno. Quando ciò accade, i liquidi si depositano nei tra i tessuti delle cellule, causando i gonfiori da ritenzione idrica.

Bevi acqua

Sappiamo cosa stai pensando: “Ma perché devo bere acqua… se devo eliminare quella accumulata?”

In realtà bere acqua aiuta ad eliminare i ristagni e, liberando l’intestino, facilita la sua regolarità e il passaggio delle sostanze da espellere.

Spesso durante l’estate, la voglia di bere viene a meno. In tal caso può essere utile bere tisane diuretiche e sgonfianti come Ti.Drena, la tisana a base di Pilosella e Tarassaco, estratti naturali amici del microcircolo.

Vestiti comoda

Vestirsi alla moda a sfavore della comodità non è una scelta saggia per il tuo benessere.

Indossare tacchi alti o abiti troppo stretti non fanno altro che comprimere i vasi sanguigni e aumentare gli effetti della ritenzione idrica.

Prediligi abiti comodi, larghi: scegliere il giusto compromesso tra vestiti alla moda e comodi è la scelta migliore!

Rilassati

Lo stress non fa mai bene a nessuno, giusto?

Che sia dovuto ad un allenamento intenso o a pensieri negativi e situazioni spiacevoli, lo stress aumenta la produzione di cortisolo. Si tratta di un particolare ormone che peggiora lo stato della ritenzione idrica, oltre che del tuo benessere mentale.

Lo stress aumenta quindi il ristagno dei liquidi e peggiora la diuresi. Per rilassare la mente, un valido aiuto è praticare meditazione e yoga.

Contrasta la ritenzione idrica con le tisane di Ti.nyou

Un ultimo rimedio contro la ritenzione idrica è l’utilizzo degli integratori.

Poco fa abbiamo accennato alla tisana Ti.Drena, ma Ti.nyou mette a tua disposizione anche:

  • Ti.Drena Caps, la versione in capsule che puoi portare sempre con te, ovunque tu voglia;
  • Ti.Solleva, la tisana con estratti di Cipresso che favorisce il corretto microcircolo; l’ideale per chi conduce una vita sedentaria;
  • Ti.Aiuta Circolazione, pratiche gocce tascabili a base di Centella Asiatica e Mirtillo nero. Allevia il dolore causato dalle gambe gonfie e rinforza le pareti venose; fanno compagnia nella tua borsa alle capsule Ti.Drena.

Metti subito in pratica questi consigli ed utilizza gli integratori Ti.nyou per ritrovare il tuo benessere mentale. Siamo sicuri che il tuo microcircolo migliorerà e il senso di pesantezza da gambe gonfie diminuirà!

Ti piace l'articolo?

Condividi su Facebook
Condividi su Twitter

Ultimi articoli

Ottieni la borsa mare in omaggio

Con l’acquisto di tre creme solari.