Mangiare sano: come cambiare abitudini alimentari

Lavoro, finanza, famiglia e…salute. Sicuramente, almeno una volta nell vita, ti sarà capitato di stilare una lista di obiettivi, dentro alla quale era presente un obiettivo riguardo alle abitudini alimentari.

Lo sappiamo bene: una buona alimentazione gioca un ruolo importante nell’aiutare a condurre uno stile di vita più sano ed equilibrato.

Quando vogliamo perdere peso o tornare in forma, c’è solo una cosa da fare: il primo passo è cambiare abitudini alimentari.

Parlando di approccio al cibo ci capita spesso di ricordare le nostre abitudini, positive o negative che siano perché, in molti casi, ce le portiamo avanti sin dall’infanzia.

Ciò non vuol dire che è troppo tardi per cambiarle! È meglio fissare piccoli obiettivi e trasformarle passo dopo passo: nel tempo, piccoli cambiamenti possono fare una grande differenza per il benessere e per la salute.

Di seguito troverai cinque abitudini alimentari che ti aiuteranno a raggiungere i tuoi obiettivi di salute e a prenderti cura del tuo corpo.

Come cambiare le abitudini alimentari?

Creare e mantenere delle sane abitudini alimentari sane deve essere facile e piacevole: si inizia incorporando piccoli cambiamenti, che ti aiuteranno a ottenere un grande impatto sul tuo schema alimentare.

Cosa cambiare all’interno del proprio regime alimentare? Il primo passo è sostituire le abitudini malsane e apportare cambiamenti salutari alle tue abitudini.

Ecco cinque consigli utili da seguire:

Mangia lentamente

Ci vogliono circa 20 minuti perché il tuo cervello invii segnali che sei sazio. Prenditi del tempo in più per prestare attenzione a ciò che stai mangiando.

Redigi un diario alimentare

Annota tutto quello che mangi e l’orario in cui lo consumi. Questo ti aiuterà a tenere d’occhio l’assunzione di sostanze nutritive ed equilibrare i tipi di alimenti da assumere.

Identifica le emozioni per cambiare le abitudini alimentari

Ti sarà capitato di ricorrere al cibo per alleviare uno stato di frustrazione o superare un momento di tristezza. La fame emotiva è molto frequente: è un modo di reagire alle emozioni negative che non riusciamo a tollerare.

Cerca di individuare ciò che ti fa stare male, impara ad ascoltare il tuo corpo e presta attenzione a ciò che hai nel piatto.

Riduci al minimo le distrazioni

Concentrati sul piatto che stai consumando, evitando tutto quello che ti distrae, dal telefono alle notizie in tv. Pianifica i pasti in anticipo per assicurarti di mangiare un pasto sano ed equilibrato.

I cibi che aiutano a prendersi cura del corpo

Apportare cambiamenti improvvisi e radicali alle abitudini alimentari può portare ad una perdita di peso a breve termine ma non avranno successo sul lungo periodo.

Per stare bene con te stessa devi migliorare le abitudini all’interno di un regime alimentare attraverso un approccio ponderato in cui “rifletti, sostituisci e rinforzi”.

Abbiamo selezionato alcuni alimenti abbinati a consigli pratici da inserire all’interno del proprio diario alimentare per raggiungere un buon livello di benessere:

  • Inserire una varietà di cibi proteici: è un toccasana per la salute perché può aumentare il metabolismo e ridurre l’appetito;
  • bevi acqua regolarmente: scontato ma fondamentale da ripetere. Bevi molta acqua naturale e fai a meno delle bevande zuccherate. Per misurare quante volte bevi prova ad annotare ogni volta che berrai durante l’arco della giornata;
  • frutta e verdura a volontà: scegli verdure rosse, arancioni e verde scuro insieme ad altre verdure per i tuoi pasti. Aggiungi la frutta ai pasti come parte dei piatti principali o dei contorni o come dessert. Più colorato fai il tuo piatto, più è probabile che tu riesca ad assimilare vitamine, minerali e fibre di cui il tuo corpo ha bisogno per essere sano;
  • riduci gli insaccati e prediligi le carni bianche;
  • consuma quotidianamente cereali integrali ricchi di fibre;
  • riduci il consumo di pane e dei prodotti da forno realizzati con farine raffinate.

Ti piace l'articolo?

Condividi su facebook
Condividi su Facebook
Condividi su twitter
Condividi su Twitter

Ultimi articoli