Come combattere l’insufficienza venosa: sintomi e rimedi

Ogni volta che avvertiamo un gonfiore diffuso e un senso di pesantezza, la diagnosi che più volte ci sentiamo ripetere è quella dell’insufficienza venosa, un disturbo patologico della circolazione che si manifesta quando le vene non veicolano il giusto quantitativo di sangue dalle estremità del cuore.

In questo articolo approfondiremo cosa vuol dire insufficienza venosa, come si manifesta e quali sono i principali rimedi per combatterla.

Cos’è l’insufficienza venosa?

Il primo step per capire meglio come combatterla è capire cosa vuol dire insufficienza venosa: con questo termine si intende una serie di difficoltà presenti nel ritorno venoso del flusso di sangue dalle gambe al cuore attraverso le vene.

Questi segnali possono manifestarsi in qualsiasi periodo dell’anno, ma si accentuano soprattutto durante i mesi estivi.

Ma come si manifesta questa patologia?

I sintomi con cui l’insufficienza venosa si manifesta sono principalmente prurito, gonfiore (edema), formicolio, pesantezza e crampi alle gambe.

Succede anche di vedere la comparsa di vene ingrossate, dilatate e tortuose sulla superficie della pelle ma anche vene varicose, capillari e accumuli di liquidi.

L’insufficienza venosa più diffusa è quella agli arti inferiori attraverso dolori alle gambe. Questi sintomi si notano maggiormente dopo una lunga giornata passata in piedi o a sedere.

Le cause principali dell’insufficienza venosa

Se le manifestazioni dell’insufficienza venosa sono abbastanza evidenti sul nostro corpo, le principali cause della comparsa della patologia sono numerose: si tratta spesso di predisposizione genetica, ma anche di età, eccesso di peso, stile di vita sedentario, fumo, cattiva alimentazione e squilibri ormonali.

Le donne sono maggiormente interessate dall’insufficienza venosa in quanto i loro tessuti connettivi sono in genere più deboli.

Come curare l’insufficienza venosa

Molti si chiedono come combattere l’insufficienza venosa, ma non c’è una risposta univoca se non che la forma di trattamento dipende dalla gravità della patologia e dall’intensità dei disturbi.

Una delle prime raccomandazioni degli esperti è quella di correggere il proprio regime alimentare: prediligi alimenti ricchi di antiossidanti, vitamina C, potassio, omega 3 e grassi saturi. Limita invece sodio, zuccheri semplici e sale.

Esistono anche i rimedi naturali, che possiamo ritrovare in oli essenziali, tisane o pomate.

Dall’ippocastano al rusco, vite rosso, centella, mirtillo, cipresso, queste erbe sono degli ottimi componenti disponibili all’interno degli integratori per l’insufficienza venosa: rappresentano una soluzione naturale in grado di agire sui meccanismi specifici per tutte le problematiche legate alla patologia.

Ecco altri sei semplici consigli pratici su come prevenire l’insufficienza venosa:

  • Dormi con gli arti inferiori sollevati di qualche centimetro, magari mettendo sotto un cuscino;
  • Indossa calze elastiche a compressione graduata o bendaggi per diminuire i gonfiori;
  • Evita di stare in piedi per lunghi periodi di tempo;
  • Massaggia e fai ginnastica per gambe e piedi;
  • Pratica esercizio fisico e sport regolare;
  • Evita il calore diretto sulle gambe

Quando si fanno i conti con varie complicazioni, nei casi più gravi è necessario consultare il parere di un medico specializzato.

Ti.Aiuta Circolazione è il rimedio naturale per te!

Abbiamo parlato di rimedi naturali, e in questo paragrafo vogliamo illustrarti il prodotto perfetto che ti aiuta a contrastare i sintomi dell’insufficienza venosa.

Parliamo di Ti.Aiuta Circolazione di Ti.nyou, un estratto idroalcolico 100% naturale a base di centella asiatica, rusco e mirtillo nero: il mix di questi ingredienti favorisce la funzionalità del microcircolo del tuo organismo, di conseguenza la normale circolazione venosa.

Ti piace l'articolo?

Condividi su Facebook
Condividi su Twitter

Ultimi articoli